Quando?

   Siamo ancora molto bravi, come si dice, "a raccontarcela". Il pensiero ci invade la vita e ci riempie di dubbi che spacciamo a noi stessi per riflessione. Il ragionamento ossessivo compulsivo ci induce ansie difficili da smontare e siamo molto bravi ad incolpare la società e il mondo. Il bisogno continuo ed impellente, detto shopping compulsivo, ce lo raccontiamo come il bisogno di svagarci un po'. L'impegno politico ce lo vendiamo come possesso di sani principi morali, ma invero non è altro che un bisogno di incolpare qualcuno al di fuori di noi stessi per ciò che ci accade e continuare così a coltivare il nostro piccolo tornaconto personale. Il sonno fuori orario, la stanchezza e l'apatia ce le passiamo come malanni del cambio di stagione, specialmente in primavera. Tutti l'abbiamo provato l'aprile dolce dormire; ma non era l'inverno la stagione deputata per natura al riposo e al ripristino delle energie, al recupero? E la primavera non era forse la stagione dell'energia ritrovata, dell'entusiasmo, della gioia di correre, di fare, di vivere? Eppure, che favole ci stiamo raccontando? Il titolo di questo paragrafo è proprio "Quando"; Quando la smetteremo? Quando ne prenderemo coscienza?

                   Claudio Panicali

Per ascoltare e vedere l'autore in diretta su questo argomento clicca QUI.

Per “espandere” l’argomento e per comprendere più a fondo, i miei libri, “Della Coscienza” Vol. 1, “Quali Sono Le Porte” Vol. 2, e “l’ultima porta” Vol. 3, li trovi Qui:

Cpertina Della Coscienza Vol1 2 3 Minijpg

La Biografia dell'autore, invece, la trovi Qui.

  Se desideri essere informato e restare in contatto, iscriviti al blog: postmaster@claudiopanicali.it o richiedi l’iscrizione al Gruppo Della Coscienza.

<