Chiesa Sì - Chiesa No

   Negli ultimi decenni e in questi ultimi cinque anni in particolare, stiamo assistendo a un movimento d’idee, specialmente sui social net, molto anticlericale, molto critico nei confronti delle religioni in generale. C’è un’inflazione di dati scientifico-storici portati a supporto di tesi tendenti a reputare ogni religione-culto-credenza mistica, pura invenzione delle genti più deboli di spirito. Personalmente assisto un po’ allibito, a questo fenomeno di nuovo anticlericalismo da social media, o nuovo “illuminismo”: una forma di superficialità o quantomeno una forma di giudizio troppo frettolosa nei confronti della spiritualità e della sua storia attraverso l’uomo. Non me ne vogliano, ora, gli appassionati dei dati scientifici! Io per primo adoro, ogni tanto, spulciare fra le notizie matematiche degli antichi egizi, fra le curiosity in tema di civiltà remote precedenti la nostra etc. Vi chiedo, però: entrare in chiesa, o in un tempio buddhista, o in una moschea, o in qualunque luogo sacro, fosse pure un cimitero di periferia, vi ispira numeri e dati scientifici o vi comunica un sentimento "altro”? Ho letto da alcuni appassionati della “scienza Vs. spirito” che, tuttavia, la radice umana sono le stelle, il cosmo, l’energia cosmica. Quindi voi la percepite? Quindi voi potete usufruirne? Consciamente? Vi chiedo un ultima cosa, sapete che parlare della ciliegia non è la ciliegia? Personalmente entro di rado in un edificio sacro, lo faccio solo quando sento il bisogno di un attimo in più di raccoglimento, con me stesso, qualunque sia il culto, non importa quello, ciò che è importante è l’energia spirituale che c’è in questo luogo. Le vibrazioni d’energia sono parte del nostro essere e coinvolgono anche gli oggetti attorno a noi, spesso, queste, vi restano a lungo. Si può sentire quell’energia. Io rispetto profondamente ogni essere, anche se parla del frutto senza averne conosciuto ancora il sapore, ma stimo di più chi parla con sentimento, chi si Coinvolge in ciò di cui parla, che esprime con le sue parole il suo spirito e ciò che arriva a toccare. Devo dire che, per quanto i numeri, le “concordanze”, le “ricorrenze logiche”, le strutture matematiche arcane, possano essere affascinanti (e lo sono), non reggono il confronto con l’emozione che si prova. Certo è più facile riconoscere una geometria ricorrente che non l’origine del proprio pensiero logico, ma questo è già un altro argomento e c’è un solo modo per arrivarci. P.S. quando entro in una chiesa, mi piace molto commuovermi un poco, mi piace ricordare che, dopo un Illuminismo, seguì un Romanticismo. Un abbraccio sincero a voi.

                  di Claudio Panicali

DellaCoscienza Coperitna 5 miniJPG  Per “espandere” l’argomento e per comprendere di più, il mio libro Della Coscienza Vol 1 lo trovi Qui.   L' articolo qui sopra, sarà ripreso ed ampliato nel Vol 2 "Quali Sono le Porte" Copertina 6x9 Inch Mini2jpg , di prossima pubblicazione.

  Se desideri esserne informato e restare in contatto, iscriviti al blog: postmaster@dellacoscienza.it

<